Christie’s: Duecentocinquantadue anni di eccellenza

Tra passato e futuro

Ordine, bellezza e piacere dei sensi: ecco quale potrebbe essere il motto della casa d'aste Christie's. Aste orchestrate alla perfezione, bellezza senza tempo nelle sue molteplici sfaccettature e il piacere sensoriale del collezionatore, che ha appena acquistato un pezzo ambito. Tutto ciò, naturalmente, in un contesto di assoluta sicurezza.

Christophe Wailliez, da 8 anni responsabile della sicurezza nella casa d'aste, ci introduce nei locali sobri ed eleganti di Christie's a Ginevra, in questo mondo delle aste degli oggetti di lusso, che agli occhi dei comuni mortali appare come mistico. Iniziamo con alcune cifre: Christie's fu fondata a Londra il 5 dicembre 1766, nel 2018 il fatturato ammontava a 7 miliardi di dollari, sempre nel 2018 l'asta per la collezione Rockefeller ha toccato la somma record a livello mondiale di 835 miliardi di dollari, nel 2017 a New York è stata battuta all'asta per una cifra mai vista prima pari a 450 milioni di dollari l'opera d'arte Salvator mundi di Leonardo da Vinci.

La casa d'aste Christie's è presente nelle tre zone geografiche USA, Asia-Pacifico e nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) in tutti i settori del mercato di opere d'arte. Christie's dà lavoro a oltre 2000 collaboratori in tutto il mondo. In Svizzera, dove la casa d'aste ha festeggiato lo scorso anno il suo 50° anniversario, vengono battuti all'asta soprattutto gioielli, orologi e vino nella sede di Ginevra e opere d'arte svizzere in quella di Zurigo. A New York si vende arte contemporanea, la miniera d'oro di Christie's. Dal 2011 la casa d'aste conduce anche aste online. Il rischio di frodi è elevato in quest'ambito; di conseguenza si pongono nuove esigenze a livello di sicurezza,

un aspetto che da sempre rappresenta una grossa sfida in fatto di aste. «Si tratta di un mercato molto speciale, che si colloca tra il museo e la vendita di beni di lusso», precisa Christophe Wailliez. Durante un'esposizione, è possibile periziare e quindi anche toccare con mano orologi e gioielli di grande valore senza limitazioni. È dunque evidente che il concetto di sicurezza debba tener conto di questi aspetti. Proprio per questo, Christophe Wailliez ha scelto Protectas come partner di fiducia.

«Abbiamo bisogno di un attore con una struttura solida e un'immagine conosciuta a livello mondiale, soprattutto per le nostre assicurazioni. D'altro canto lo scambio dev'essere positivo e ci serve un partner, che analizzi e capisca le nostre esigenze», sintetizza il responsabile per la sicurezza di Christie's. Questi due aspetti – dimensione globale e orientamento al cliente – sono a suo avviso anche la base per una cooperazione giornaliera con il collaboratore per la sicurezza di Protectas in loco. Costui non solo decide quali soluzioni mettere in campo, ma partecipa attivamente alla fase di analisi e anticipazione dei rischi e propone misure.

L'aggravante in termini di sicurezza è che le aste sono accessibili al pubblico e si svolgono in luoghi pubblici. Le aste sono trasparenti per definizione, pertanto occorre prendere misure specifiche per i locali espositivi. In considerazione del fatto che il fatturato raggiunto a Ginevra in otto anni è praticamente raddoppiato, soprattutto nell'ambito delle pietre preziose acquistate all'asta come forma d'investimento, è facile comprendere la necessità del fornitore dei servizi di avere un dispositivo di sicurezza molto flessibile e in grado di adeguarsi costantemente.

Garantire la sicurezza di visitatori, personale, oggetti di valore e di edifici è un compito concreto, completato e reso più complesso dai contatti molto «stretti» con le opere d'arte e i loro possessori: incontri in loco, prima valutazione, organizzazione del trasporto, stoccaggio, expertise, spedizione dalla sede al luogo dell'esposizione, esposizione e infine vendita. Ogni fase necessita di un coordinamento perfetto tra i rappresentanti di Christie's e la società di sicurezza.

Christie's vanta un'esperienza di oltre duecentocinquant'anni nel mondo dell'arte. La casa d'aste rappresenta una sorta di ponte tra passato e futuro, tra vecchi e nuovi proprietari degli oggetti di valore messi all'asta, tra le creazioni del passato e le modalità di vendita di ieri e di domani. Un universo in cui la sicurezza deve inserirsi in modo impercettibile.

 

christies.com

Contattaci
*
*
*
*

Come desidera essere contattato?

*
*